Il ruolo della mobilità elettrica nella transizione energetica e il caso “Enel X”

Il seguente elaborato affronta il tema della mobilità elettrica analizzato nel contesto della transizione energetica. Questa forma di mobilità alternativa rappresenta un’innovazione centrale nell’attuale contesto economico, sociale ed ambientale. L’analisi prende in esame anche il contesto italiano, vengono riportati i dati più recenti circa il mercato delle auto elettriche. Inoltre, sono richiamate le politiche più incisive in termini di spinta verso una maggiore diffusione delle auto elettriche e delle infrastrutture necessarie il loro sviluppo in senso efficiente e sostenibile. Tuttavia i veicoli con batterie elettriche presentano particolari criticità specialmente in termini di impatti ambientali ed infrastrutture, con quest’ultima che rappresenta una delle principali barriere nell’accettazione sociale delle vetture elettriche. Infine il paper analizza il caso studio di Enel X, la divisione del Gruppo Enel, la cui missione è quella di diventare uno degli attori protagonisti della transizione alla mobilità elettrica.

Il settore agroalimentare: Responsabilità Sociale d’Impresa ed impegni europei

Il paper indaga il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) nel settore agroalimentare, in considerazione della sua centralità nel garantire la sussistenza della popolazione e il normale funzionamento della società. Tuttavia, esso è sempre più oggetto di critiche a causa delle problematiche legate alla produzione alimentare che, come si vedrà, sfociano in una innegabile insostenibilità, sociale ed ambientale, della stessa. L’analisi, approcciandosi con metodi di ricerca qualitativa, dopo aver inquadrato le criticità del settore ne indaga i legami con le strategie della Responsabilità Sociale d’Impresa. Dunque, in considerazione delle forti spinte da parte di agenti economici, sociali ed ambientali, l’analisi osserva e indaga le principali motivazioni, opportunità e limitazioni che definiscono le dinamiche di diffusione della RSI nelle aziende agroalimentari. Nel testo viene considerato anche il ruolo svolto dal consumatore-cittadino come fattore particolarmente incisivo per la transizione sostenibile del settore, grazie alla sua influenza economica ma anche politica. Quest’ultimo punto ci porta infine a considerare l’impegno delle istituzioni europee, specialmente, alla luce del dibattito in corso riguardo la Politica Agricola Comune (PAC) per il periodo 2021-2027. Ne risulta che, nonostante alcune mancanze, tale politica può rivelarsi uno strumento fondamentale per accrescere le opportunità e ridurre le limitazioni all’adozione della RSI nel settore agroalimentare, specialmente per quanto riguarda la sfera economica e la dimensione ambientale.


5G: opportunità di investimento ed implicazioni geopolitiche delle reti di quinta generazione

Questo paper di ricerca, dopo aver delineato le principali aree di applicazione della tecnologia 5G nel mondo delle imprese, si sofferma sui potenziali benefici che le connessioni mobili di quinta generazione avranno in termini di crescita economica e creazione di posti di lavoro, in Europa come in Italia. Inoltre, l’analisi si focalizza sugli investimenti e i costi relativi al dispiegamento della infrastruttura 5G e all’acquisto di licenze da parte degli operatori, e sugli ostacoli che potranno limitare la capacità delle imprese di sfruttare a pieno le possibilità aperte dal 5G. Tra questi, lo scontro tra i capitalismi statunitense e cinese – che si sta manifestando tramite il blocco di forniture di reti 5G prodotte dalla cinese Huawei – appare come quello dal maggiore impatto. La necessità dei Paesi del blocco atlantico di affidarsi ad operatori non legati al governo cinese, dettata da considerazioni di supremazia tecnologica e di sicurezza nazionale, evidenzia dunque la necessità di creare una risposta euroamericana a Huawei. La parte finale del paper analizza le diverse opzioni che sono state prese in considerazione per far fronte alla questione sopra evidenziata, soffermandosi in dettaglio sulla creazione di una rete modulare, caratterizzata dall’interoperabilità.


Cloud nazionale: una strategia ancora in fase di definizione

La trasformazione digitale è un fenomeno travolgente, che sta coinvolgendo ogni ambito della vita lavorativa e familiare di ogni individuo. Questo processo vede come protagonisti, oltre che gli esseri umani, le tecnologie fisiche e digitali, sia per quel che riguarda i processi sia i modelli di business. La diffusione delle piattaforme abilitanti, ossia delle innovazioni tecnologiche, è fondamentale affinché sia possibile fruire e sfruttare – positivamente – i servizi di nuova generazione. Tra queste va sicuramente incluso il cloud computing, oggetto di questa ricerca.
Attraverso l’analisi del Piano Triennale per l’informatica della Pubblica Amministrazione, delle azioni messe in campo dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), dal Team per la Trasformazione Digitale e della strategia delineata dal Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, si tenterà di esporre quale sia la situazione attuale rispetto alla possibile creazione di un “cloud nazionale”.


La politica estera americana verso la Cina durante la presidenza Trump

L’inaspettata elezione di Donald J. Trump alla Casa Bianca ha portato la politica estera americana in una fase di estrema incertezza e assoluta imprevedibilità. Dalle questioni Transatlantiche, passando per il problema nucleare della Corea del Nord e il Medio-Oriente, sino alle questioni asiatiche, Donald Trump sembra aver rotto con il passato, inaugurando una nuova pagina negli affari esteri americani. In particolare, l’amministrazione Trump ha avviato una nuova politica nei confronti della Cina, differente da quella adottata dai suoi predecessori.


BE AWARE, BE GREEN

Oggi il tema della sostenibilità è un argomento centrale nella vita quotidiana di tutti, ma è un elemento cardine anche nelle scelte politiche ed economiche di moltissimi paesi nel mondo. Affrontiamo dunque la questione relativa alla nascita e alla diffusione del tema.